Le lettere degli ascoltatori – 2

Caro Sig. Beppino, sento la necessità di esprimerle tutto il mio affetto e la mia solidarietà. Lei ha fatto per sua figlia la scelta d’amore più grande che un genitore possa fare per un figlio: lasciarla libera di andare.
Un abbraccio.
Tiziana

la ringrazio per tutto ciò che ha fatto in questi lunghi anni di battaglie per noi italiani, per me. Non ho parole per esprimere la mia stima. Spero che ora possa trovare un po’ di pace e silenzio.
Infinitamente grazie
Mirella

Un grazie a Eluana di essere esistita, in un mondo che si lava troppo la bocca con la parola libertà. A papà Englaro un grazie di cuore per la tua battaglia nonostante il dolore, ai avuto la costanza di portare avanti alla luce del sole, quando avresti potuto farlo in silenzio. grazie Eluana grazie papà Englraro. W uno stato più giusto e laico.

caro Beppino,
le invio tutta la mia solidarietà in risposta alle cattiverie che le sono state riversate contro da molti politici e dalla chiesa. La vostra vicenda mi ha coinvolto molto, nonostante fossi e rimango fermamente convinto che dovesse restare una vicenda privata e non pubblica. Ma ci hanno “costretto” a considerarla una vicenda pubblica e quindi come cittadino mi sono sentito in dovere di scriverle queste 2 righe di solidarietà. Complimenti per la dignità e il rispetto dei valori laici che ha mostrato in questa (brutta) storia italiana.
Un augurio di passare giornate più serene
Paolo

Gentile signor Englaro, voglio iniziare questo breve messaggio, privato, con il rispetto che le è dovuto e che in molti hanno deciso di negarle. Signor Englaro e non Beppino, come molti in televisione la chiamano, come se
lei e sua figlia foste cosa loro, cosa nostra, cosa di tutti e su cui tutti possono dissertare. Certamente il suo senso del Diritto e della legalità e la battaglia che ha saputo intraprendere hanno portato lei e la sua famiglia in piazza, sulla bocca di tutti, anche quando queste bocche erano malevoli e cattive, pronte a mordere, certamente non a capire. Ma questi sono giorni di lutto e di dolore e non di recriminazioni. Se può, appena può, cerchi di godere anche della gioia di essere riuscito, finalmente, a restituire a sua figlia la libertà che voleva e che le aveva chiesto. Voi le avete dato la vita e alla fine, in un atto di amore estremo, le avete restituito la libertà. Anni fa una persona che mi era molto cara mi ha chiesto di aiutarlo a morire, perché la sua malattia lo faceva soffrire troppo. Ho reagito con dolore e rabbia. Lui è morto ugualmente pochi giorni dopo, a me è rimasto il senso di colpa, per sempre.
Con affetto e stima
marisa

Tutta la mia vicinanza a Beppino Englaro e sua moglie Saturna che hanno lottato alla luce del sole e nel diritto per far rispettare le volontà di loro figlia Eluana.

Caro Beppino,
Grazie per la battaglia di civiltà che hai fatto per tutti noi. Ti abbraccio insieme a tua moglie ed mando una carezza ad Eluana.
Anna

Vorrei tanto far sapere al Sig. Beppino quello che ho vissuto la mattina del decesso di Eluana. Mi sono svegliato alle 6 del mattino e affacciandomi alla finestra ho visto la luna piena che splendeva nel cielo, mi sono bloccato e guardandola mi è venuto da esclamare, eLUaNA, allora mi sono detto oggi muore e così è stato. Ho avuto la sensazione come se volesse salutare chi ha condiviso le scelte del Sig. Englaro, come se volesse dire avete fatto la cosa giusta. Mi ero appena svegliato non avevo nulla per la testa, probabilmente è stata una conseguenza del continuo parlarne, ma vi assicuro che quella mattina mi è venuta la pelle d’oca. A me piace pensare che veramente lo spirito, finalmente libero, di Eluana abbiapotuto volare nel cielo per poi raggiungere quel Dio che l’aveva chiamata a se 17 anni fa.
Ciao e grazie.

Signor Englaro, essere genitori è molto difficile, ma lei è stato un padre straordinario e un uomo davvero coraggioso. Non solo Eluana, ma TUTTI le siamo riconoscenti.
Paola

E’ un grazie quello che voglio dire a Beppino Englaro, grazie per il coraggio della scelta di portare avanti in modo così aperto e onesto la sua battaglia, una vera battaglia civile della quale tutti gli dobbiamo essere grati, che lui ha fatto anche per tutti noi e per il suo paese.
Un abbraccio sincero.
Marina

Grazie per la forza, la determinazione, la generosità con la quale hai trasformato quella poteva essere solo una tragedia privata in una grande battaglia di libertà per tutti. Anche io vorrei aver avuto un padre come
te, così rispettoso, forte e sensibile. Spero che la riconoscenza e l’affetto delle tante persone che ti hanno
conosciuto e hanno condiviso la tua grande lotta possano almeno in parte compensare la barbarie di coloro che nello scagliartisi contro hanno mostrato solo il loro cinismo e la loro volgarità.
Grazie
Flavia

Un pensiero su “Le lettere degli ascoltatori – 2

  1. Cari Signori Englaro,
    grazie per la vostra battaglia, un abbraccio a voi e un pensiero speciale a Eluana, alla sua anima finalmente libera.
    Patrizia

Lascia un commento